giovedì 18 aprile 2013

Crostata con Philadelphia




RIBELLIAMOCI ALLE CHEESECAKE! SVINCOLIAMOCI DALLO STRAPOTERE DEI DIGESTIVE USATI COME BASE! USIAMO IL PHILADELPHIA IN MODO ALTERNATIVO!
Un po’ troppo aggressivo? AH AH XD
Ok ok, torno carina e coccolosa =)


Oggi carissimi lettori vi racconterò della mia ricetta che usa il Philadelphia, non una cheesecake, ma una bella crostata!
L’ho farcita con la marmellata dell’estate scorsa di frutti rossi (anche se prevalentemente erano ciliegie), la pasta è avanzata anche per fare una mini crostatina da mangiare domani a metà mattina, questa qui però l’ho farcita con la marmellata di pesche, sempre dell’estate scorsa.

L’idea mi è venuta un po’ per caso mentre facevo finta di studiare… “e se nell’impasto della crostata mettessi il Philadelphia?”.
Poi a casa avevo pure quello light! In sostanza è un dolce quasi da dieta XD
Sinceramente non faccio distinzioni tra i vari tipi di Philadelphia bianco, però ultimamente prendo di più quello arricchito di calcio (illudendomi che lo sia veramente…eddai, per una volta mi fido).
Preparate le marmellate che la stagione dei picnic è appena iniziata e questo diventerà il mio nuovo classico dolce!





Ingredienti:

  • 75 g di burro
  • 70 g di Philadelphia
  • 300 g di farina
  • 1 barattolo di marmellata
  • 120 g di zucchero
  • 1 uovo
  • Un pizzico di sale
  • 1 barattolo di marmellata

Fate sciogliere il burro, intanto passate allo sbattitore l’uovo con lo zucchero finchè non è spumoso, aggiungete poi dopo il Philadelphia e continuate a fare andare lo sbattitore. Immediatamente diventerà più densa e fluff osa (leggi spumosa).


A questo punto versate il burro fuso e la farina setacciata con un pizzico di sale.
Impastate per bene finchè non ottenete la consistenza della pasta frolla. In base alle dimensioni dell’uovo ci può essere bisogno di una manciatina di farina in più, ma regolatevi voi.


Stendete poi la pasta con un mattarello mettendola tra 2 fogli di carta forno o pellicola da cucina, disponetela poi nella tortiera.


Farcitela con la vostra marmellata preferita e infornatela a 180°C per 35 minuti circa, finchè non prende colore.

12 commenti:

  1. perchè no!!!! è un bel modo di fare la frolla:-)

    RispondiElimina
  2. ottima alternativa al burro...mi piace da matti, la provo di sicuro :-D
    Grazie :-*
    la zia Consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Consu! Dimmi poi come ti sei trovata!!

      Elimina
  3. Interessante alternativa al burro, la proverò!

    RispondiElimina
  4. E' un'ottima idea, io la uso spesso nell'impasto delle pizzette. Rende il tutto molto friabile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero?!?! Lo so che era un po' la scoperta dell'acqua calda XD
      Buon WE cara!

      Elimina
  5. Ciao Giu,
    se passi da me, c'è una sorpresa per te.
    Un abbraccio. Stefania

    RispondiElimina
  6. bella alternativa :) anch'io avevo fatto un esperimento, una volta che non avevo il burro. Avevo della robiola e il risultato ricordo ancora che mi era piaciuto un sacco

    RispondiElimina
  7. Ciao, se passi da me c'è un premio per Te... :D

    RispondiElimina