domenica 24 novembre 2013

Pruneaux d'Agen al tè nero al guaranà




Dice wikipedia: 

In Francia, le prugne di Agen (prefettura di Lot-et-Garonne in Aquitania), protette dal 2002 con il termine di IGP, sono un frutto secco d’una carietà di prugna chiamata PRUNIER D’ENTE.
[…]
Hubert Caillavet, lavoratore del centro di ricerche viticole e d’arboricoltura frutticola nei pressi di Bordeaux, suppone che la prune d’ente sia stata introdotta dall’oriente all’epoca delle crociate e abbia proliferato nel monastero benedettino di Clairac.
Furono probabilmente i monaci i primi a sperimentare la “seccatura” delle prugne.
Abbiamo prove della sua coltura nel XV secolo grazie al Dr. Tarry della società d’agricoltura d’Agen che ha pubblicato nel 1821 un articolo usando il termine di PRUNEAUX D’AGEN.
Venne poi importato nel Nuovo Mondo grazie anche alle sue caratteristiche che permettevano ai marinai di consumare frutta sulle navi riducendo la possibilità di sviluppare lo scorbuto.


Dopo questa piccola premessa storica non siete curiosi di sapere come le ho preparate?
Ecco a voi PRUNEAUX D’AGEN AL TE’ NERO AL GUARANA’


Ingredienti:

        350 g di pruneaux d’Agen (se non le trovate vanno bene delle prugne secche)

        ½ l di tè nero al guaranà

        1 pizzico di vaniglia naturale in polvere

        100 g di zucchero

                                                                                                                                 
Mettete le prugne e lasciatele 2 ore in ammollo in acqua fredda.
Passate le 2 ore scolate la frutta e preparate il tè nero in modo che sia forte.



Versate poi il tè bollente sulle prugne e aggiungeteci lo zucchero.
Mescolate delicatamente per far sciogliere lo zucchero e lasciate riposare finchè non è fredda e pronta per essere servita.
Potete servirla con del formaggio fresco, con dello yogurt, del gelato o quello che preferite!
E non dimenticate di servire anche un bel cucchiaio dello sciroppo di tè!


9 commenti:

  1. Bellissimo post con informazioni interessanti, bravissima!
    Buona serata, Claudia
    http://lacucinadistagione.blogspot.it/

    RispondiElimina
  2. Grazie mille Claudia! =)
    Buon inizio settimana!!!

    RispondiElimina
  3. Ciao Giu!
    Bello scoprire questa prelibatezza!
    Proprio non le conoscevo queste prugne.
    Buona settimana! Leo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le ho viste oggi in una bella scatola all'esselunga... Comprate :)

      Elimina
  4. ciao giu!! intanto bella la nuova grafica ^_^ mmm mi stuzzica questa ricettina...baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giulia!!! Sono un po' impedita con le grafiche, ma cerco di fare del mio meglio =)

      Elimina
  5. io adoro le ricette con il tè, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sissi! Mi piace provare cose che escono un po' dalla normale di idea di dolce al tè! =)

      Elimina